Il volume e l’interesse aperto per i futures Bitcoin sono stati in costante calo, ma questo potrebbe aiutare a catalizzare il prossimo rally.

Il volume dei futures Bitcoin (BTC) e l’interesse aperto sono in rapido calo. I dati mostrano che dal picco di settembre il volume dei futures BTC è sceso del 60%, passando da oltre 25 miliardi di dollari a circa 10 miliardi di dollari.

Se da un lato il calo dell’attività di trading potrebbe apparentemente sembrare una metrica negativa, dall’altro potrebbe anche indicare l’emergere di un ciclo di tori.

Perché il calo dell’attività del mercato dei futures potrebbe far aumentare il prezzo dei Bitcoin

Il mercato dei futures Bitcoin Code rappresenta la maggior parte dei trades overleveraged nel mercato Bitcoin e piattaforme popolari come Binance, BitMEX e ByBit consentono un leverage fino a 125x.

Quando i trader hanno un elevato leverage, sono vulnerabili alla liquidazione. Per esempio, se un contratto lungo 10x posto a 10.000$ viene liquidato a 9.000$, costringe l’acquirente a vendere la posizione sul mercato.

Supponendo che ci sia un gran numero di trader in posizioni simili, questo aumenta la pressione di vendita e può catalizzare un’importante vendita al prezzo Bitcoin.

Se il mercato dei futures apre l’interesse e il volume aumenta, mette Bitcoin in una posizione vulnerabile e aumenta la probabilità di liquidazioni a cascata come quelle viste durante il famigerato Giovedì Nero, quando oltre 1 miliardo di dollari di contratti futures sono stati liquidati mentre il prezzo Bitcoin è sceso sotto i 3.600 dollari.

Il calo del volume dei futures può essere percepito come un evento potenzialmente rialzista, poiché tipicamente un piccolo movimento di prezzo potrebbe trasformarsi in un’importante oscillazione del prezzo se le liquidazioni di massa vengono innescate a un certo livello di prezzo.

Come tale, il calo di volume e l’interesse aperto del mercato dei futures potrebbero porre le basi per un rally stabile e prolungato.

Durante i mercati dei tori, ci sono spesso più picchi di interesse aperto, ma il mercato rimane neutro per un periodo prolungato, consentendo una ripresa del volume spot. Come mostrato nel grafico sottostante, mentre il volume del mercato dei futures è sceso, il volume spot è leggermente aumentato.

Anche se non è presente sul grafico, LMAX Digital, una borsa a pronti Bitcoin che si rivolge alle istituzioni, ha recentemente superato Coinbase per diventare la più grande borsa a pronti. Kyle Davies, il co-fondatore di Three Arrows Capital, ha spiegato:

„Indicazioni BTC non è un’industria di nicchia: 1) BTC ha una forte correlazione con le azioni e le materie prime, ma si fa trading solo cripto 2) LMAX è la più grande borsa a pronti di BTC USD, ma non hai un conto lì 3) Negoziatori di miliardi di dollari che non hai mai sentito parlare“.

Considerando l’aumento della domanda istituzionale, l’aumento del volume spot e il calo dei futures aperti, il trend in corso può essere considerato rialzista.

Cosa si aspettano i trader nel breve termine

Nel breve termine, i trader si aspettano un continuo consolidamento sotto la resistenza di 11.000 dollari e questo potrebbe estendere la tendenza al calo del volume dei futures.

Edward Morra, un trader di cripto-valuta, ha detto che la liquidità mostra che Bitcoin si troverebbe probabilmente ad affrontare un maggior numero di scambi laterali. Ha detto:

„Le mie attuali prospettive, o il top locale è in attivo o un altro picco per eliminare gli stop. Molta liquidità è rimasta al di sotto del prezzo“.

Von admin